Superior know how

I quattro metodi di cura più veloci

1. Asciugare l’oggetto verniciato in un ambiente controllato dal calore

Anche se la maggior parte delle baie di verniciatura nei negozi sono molto grandi e costose da riscaldare, ci sono due possibilità per il riscaldamento. La prima è di considerare l’installazione di una cabina di verniciatura per contenere e controllare meglio l’ambiente e, una volta finita la verniciatura, aumentare le temperature della cabina a 150-200ºF. Un’opzione secondaria è quella di applicare calore localizzato al prodotto verniciato.

2. Facilitare il movimento dell’aria ad alta velocità sulla superficie verniciata

Proprio come i vestiti bagnati che si asciugano rapidamente quando fuori c’è vento, anche le vernici/rivestimenti industriali curano più velocemente quando sono sottoposti all’aria ad alta velocità.

Il processo di asciugatura della vernice richiede che i solventi evaporino. Quando avviene l’evaporazione, un sottile strato di solvente gassoso galleggia sulla superficie rivestita. Questo strato sottile (pochi millimetri/thous) forma una barriera isolante tra la superficie e l’atmosfera esterna. Questa sottile barriera inibisce l’evaporazione di altri solventi di vernice ponendosi sopra la vernice che indurisce, esercitando una pressione verso il basso e impedendo che si verifichi un’ulteriore evaporazione. Con il tempo, le condizioni ambientali allontanano questo strato isolante, permettendo infine ai solventi gassosi di galleggiare verso l’alto – curando la superficie verniciata attraverso questo processo naturale e ripetitivo fino a quando il rivestimento è completamente asciutto. Applicando semplicemente l’aria ad alta velocità, l’intero processo si accelera; le barriere di evaporazione vengono rimosse più rapidamente, permettendo a più solventi di evaporare e l’intero processo di indurimento viene realizzato molto più velocemente che se l’aria fosse ferma.

Utilizzare l’aria ad alta velocità durante la verniciatura crea ovvi problemi e quindi una grande soluzione è quella di utilizzare una soluzione di asciugatura rapida in stile ‘Aquatech’ dopo il completamento della verniciatura. Questo sistema dirige l’aria in rapido movimento sulla superficie del prodotto finito. Il sistema Aquatech può essere montato sia su cabine di verniciatura che su grandi baie di verniciatura.

3. Evitare di diluire la vernice

Se ti trovi con un rivestimento spesso che richiede di essere diluito per essere atomizzato, ecco le migliori raccomandazioni:

  • Invece di diluire la vernice, usa una pompa a più componenti per epossidiche standard. Questo gestirà il problema dello spessore.
  • Un problema comune con la vernice che non atomizza è che è troppo fredda quando lascia la punta di spruzzo. Si consiglia di utilizzare un riscaldatore di vernice in linea per riscaldare la vernice una volta che ha lasciato la pompa. Questo aumenterà l’atomizzazione.

4. Riscaldare il prodotto prima di applicare il rivestimento

Un problema comune per gli appaltatori è che fanno la sabbiatura all’esterno e poi portano il prodotto dentro per verniciare. Se le temperature esterne sono fredde, l’acciaio sabbiato sarà freddo e la velocità di indurimento sarà inferiore. Tuttavia, se siete in grado di sabbiare all’interno, questo darà all’acciaio la possibilità di riscaldarsi prima che il rivestimento venga applicato. In alternativa, se è possibile ospitare i prodotti all’interno, sabbiarli all’esterno e riportarli rapidamente all’interno per la verniciatura – l’acciaio sarà più caldo e l’indurimento sarà più rapido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.