Shane Larkin è l’MVP dell’Eurolega ma si rifiuta di tornare in NBA

Le stelle della NBA provenienti da altri paesi sono aumentate negli ultimi anni, con una notevole proveniente direttamente dalla Turchia: Enes Kanter. Mentre la storia di Kanter è interessante, Shane Larkin è un esempio di un giocatore americano che va a giocare in Turchia. Non tutti sono d’accordo che Larkin avrebbe dovuto farlo, però, considerando il suo talento.

Suo padre è Barry Larkin, l’ex Cincinnati Red MLB Hall of Famer. Con Shane Larkin nato a Cincinnati, sembrava destinato a diventare un atleta americano come suo padre.

Le cose non sono andate come aveva previsto. Dopo sei anni di gioco nella NBA, si è sentito mancare di rispetto alle sue capacità. Si è invece rivolto all’EuroLeague, venendo scelto per la Turkish Basketball Super League due anni fa.

Perché Shane Larkin non è stato abbastanza rispettato nella NBA?

Questa domanda viene ancora posta dagli analisti sportivi due anni dopo che Shane ha lasciato i Boston Celtics con un buon curriculum. Dopo tutto, all’apice delle sue capacità con i Celtics, ha gestito 12 punti, 10 assist e sette rimbalzi.

Sembra sconcertante perché i Celtics non abbiano mai cercato di tenerlo in giro. Forse un fattore è che Larkin si sentiva già più rispettato giocando in EuroLeague. Ha giocato per il Baskonia in Spagna la stagione precedente prima di tornare nella NBA e a Boston.

Forse è vero che l’Europa valuta i suoi giocatori più in base alle abilità. In America, sembra che solo i veri fuoriclasse ottengano tutta l’attenzione e i giocatori di talento ai margini diventino superflui.

Che sia vero o no, Baskin ha sentito più orgoglio giocando per l’EuroLeague. Non c’è stata alcuna esitazione da parte sua quando la squadra turca Anadolu Efes gli ha offerto un contratto a lungo termine.

Dopo essersi unito all’Anadolu Efes, Larkin è diventato un MVP

Sono onorato e umiliato di avere l’opportunità di rappresentare questo paese unendosi alla squadra nazionale turca. Estremamente eccitato di indossare questa maglia con la bandiera turca sul petto con orgoglio. pic.twitter.com/YusbpuixiJ

– Shane Larkin (@ShaneLarkin_3) February 1, 2020

Larkin ha finalmente trovato un po’ di pace dopo essere stato arrabbiato con la NBA per non averlo mai pagato quanto valeva veramente. Inizialmente, ha iniziato con i Dallas Mavericks nel 2013, rimanendo solo una stagione. Poi è passato ai New York Knicks per un anno, seguito dai Brooklyn Nets.

Aspettarsi di essere preso da qualche parte per un contratto più alto, lo ha fatto letteralmente ammalare, facendogli perdere l’amore per il basket americano. Disse un suo amico giocatore, Ish Smith: “Era così agitato che si è ammalato. Anche io ero confuso. C’erano così tante opportunità e nessuna è arrivata per Shane”.

Il gusto di un maggiore rispetto in EuroLeague lo ha riportato lì dopo aver sperimentato la stessa mancanza di attenzione con i Celtics. Dopo essersi unito all’Anadolu Efes in Turchia, la squadra lo ha reso MVP nelle finali del campionato turco.

Alla fine, ha ottenuto il rispetto che meritava, anche se ha capito che probabilmente non sarebbe mai più tornato a giocare a basket in America. Tutte le prove indicano che non voleva nemmeno vivere qui.

A Shane Larkin viene offerta la cittadinanza turca

La domanda di cittadinanza turca di Shane Larkin è stata accettata e gli è stata concessa. https://t.co/7O3EpnXnZ9

– Sports Rabbi (@thesportsrabbi) February 7, 2020

Il governo turco è stato certamente controverso negli ultimi anni. Il presidente Tayyip Erdogan è stato spesso considerato un dittatore, in particolare da Enes Kanter sopra. Mentre quest’ultimo ha avuto notevoli problemi a causa di questo, Larkin è lodevole della Turchia.

Erdogan sembra apprezzare la fedeltà di Larkin al paese e ciò che porta al basket lì. Quest’ultima stagione, Larkin li ha portati al campionato Final Four per il primo nella storia del club.

In seguito, Erdogan ha offerto la cittadinanza turca a Larkin, qualcosa che quest’ultimo ha accettato volentieri. Ha detto Larkin stesso lo scorso autunno: “Sarebbe una grande offerta, se arriva. Sento che questo è più come una casa per me. Anche la maglia della Turchia mi starebbe molto bene”.

E fu così che ricevette la cittadinanza e la propria maglia. Ora, si diverte ad essere una grande superstar in Turchia, ottenendo riconoscimenti che l’America non gli ha mai dato. Le lezioni apprese qui sono probabilmente complesse, se la prova Europa non ha paura di pagare gli atleti grandi dollari. Al momento, Larkin è pagato 2,6 milioni di dollari, con più probabile venire.

RELATO: Cosa possono prendere i Lakers e i Clippers dalla loro prima partita di ritorno

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.