Self-Awareness For Teens – Motivational Activities For Kids

Sia che tu sia un genitore o lavori direttamente con gli adolescenti, qui puoi leggere di alcune concrete abilità sociali/emotive e attività utili che possono aiutare gli adolescenti a praticarle. Tratteremo informazioni di base sulle abilità di ascolto, sull’assertività, sulla consapevolezza emotiva e sulla comunicazione non verbale.

Perché praticare le abilità socio-emotive?

Sia che le chiamiamo soft skills, abilità socio-emotive, intelligenza socio-emotiva o mentalità di crescita, c’è un consenso tra ricercatori e professionisti sul fatto che abbiamo bisogno di certe abilità per raggiungere il nostro massimo potenziale a scuola, nelle nostre carriere professionali e nella nostra vita privata. Queste abilità ci aiutano a riconoscere e gestire le nostre emozioni, ad affrontare gli ostacoli e le sfide della vita, e a migliorare le capacità di comunicazione e le buone relazioni interpersonali (compresa l’empatia).

Campo STEM online dove gli studenti
Masteranno le abilità sociali/emozionali

Secondo un’analisi di studi longitudinali in nove paesi OCSE pubblicata in Skills for Social Progress: The Power of Social and Emotional Skills dell’OCSE nel 2015:

“La capacità dei bambini di raggiungere obiettivi, lavorare efficacemente con gli altri e gestire le emozioni sarà essenziale per affrontare le sfide del 21° secolo.”

Oltre a riconoscere l’importanza delle abilità sociali/emotive come la perseveranza, la socievolezza e l’autostima, il rapporto discute come i responsabili politici, le scuole e le famiglie facilitino lo sviluppo delle abilità sociali/emotive attraverso programmi di intervento, insegnamento e pratiche genitoriali.

Tutte queste abilità sono interconnesse e il loro sviluppo inizia a casa e continua durante gli anni scolastici. Se i genitori e gli adulti importanti mostrano un alto livello di maturità sociale/emotiva, sarà più facile per i bambini acquisire queste abilità semplicemente modellando il loro comportamento.

Tuttavia, è sempre utile quando i bambini e gli adolescenti hanno la possibilità di praticare le abilità sociali/emotive sotto la guida di adulti esperti. Lo scenario migliore è quando i programmi per migliorare le abilità sociali/emotive sono parte integrante di un sistema educativo e delle iniziative di una comunità locale.

Di seguito, esamineremo alcune importanti abilità sociali/emotive e suggeriremo semplici attività per praticarle, adattate agli adolescenti.

Abilità di comunicazione sociale – Ascoltare

Essere in grado di ascoltare ciò che le persone stanno realmente dicendo è una preziosa abilità di comunicazione che ha un grande impatto sulla qualità delle nostre relazioni con gli altri. Probabilmente hai già sentito parlare dell’Ascolto Attivo, un’abilità che ci permette di sentire non solo le parole che le persone stanno dicendo, ma anche le emozioni che stanno riflettendo attraverso il loro comportamento non verbale. Entrambi sono importanti per comprendere l’intero messaggio che viene comunicato.

Questa è un’abilità complessa che può essere praticata. Nell’attività seguente, l’attenzione si concentra sulla pratica della concentrazione; ascoltare il messaggio verbale con attenzione indivisa. Puoi praticare questa attività con un gruppo di adolescenti a casa tua, in classe o in un workshop.

Istruzione

Prima di tutto, chiedi a tutti i partecipanti di sedersi in cerchio. La prima persona inizia a raccontare una storia (qualsiasi cosa voglia). Dopo 3-5 frasi, dire “stop” e scegliere a caso un altro partecipante per continuare. Questa persona ora deve ripetere l’ultima frase detta e poi continuare a inventare la storia. Se non riesce a ripetere correttamente l’ultima frase dopo cinque secondi, viene squalificato. Il gioco continua con le stesse regole e il vincitore è l’ultima persona rimasta dopo che tutti gli altri sono stati squalificati.

Questa è la versione competitiva del gioco. Tuttavia, potete creare la vostra versione personale, senza squalifiche o aggiungendo nuovi elementi che ritenete utili.

Fate una discussione

Chiedete ai partecipanti di riflettere sul gioco. Quando e come è stata distratta la loro attenzione? Cosa li ha aiutati a concentrarsi e a ricordare la frase precedente?

Ottieni altri suggerimenti e trucchi!

Capacità di comunicazione sociale – Assertività

L’assertività, come stile di comunicazione, è caratterizzata dalla capacità di esprimere direttamente e con fiducia la nostra opinione genuina, i nostri sentimenti o atteggiamenti, in modo tale che i diritti degli altri e le circostanze sociali siano rispettati.

È dimostrato che l’assertività influisce sulla nostra autostima e fiducia in noi stessi, quindi non c’è dubbio che praticare l’assertività è utile per gli adolescenti. Si tratta di un’abilità complessa che può essere acquisita attraverso un programma di formazione guidato da un allenatore/terapista qualificato. Tuttavia, alcuni aspetti dell’assertività possono essere praticati attraverso semplici esercizi a casa e a scuola.

Forse il punto più importante è assicurare agli adolescenti che va bene rivendicare i loro diritti e chiedere, iniziare, esprimere le loro opinioni e sentimenti. Che va bene dire NO ad altre persone in modo rispettoso.

In questo esercizio, l’attenzione sarà concentrata sull’incoraggiare gli adolescenti a iniziare una conversazione in cui chiederanno qualcosa agli altri ed esprimeranno la loro opinione o i loro sentimenti. Può essere praticato come sfide sociali date agli adolescenti dai loro genitori o dagli insegnanti.

Istruzione

Prima di tutto, viene creata una lista di sfide sociali, prendendo in considerazione l’età dell’adolescente o i suoi bisogni sociali. Le sfide possono essere scritte/stampate su carte separate. Se viene dato il consenso a partecipare alla sfida, un adolescente prende una carta a caso e il suo compito è quello di fare ciò che è richiesto sulla carta nelle prossime 24 ore o in diversi giorni, come concordate insieme.

Le sfide possono essere praticate una volta alla settimana o secondo il programma che avete concordato.

Esempi di sfide sociali:

  • Fai un complimento sincero a qualcuno.
  • Impara due cose nuove su qualcuno della tua classe.
  • Condividi con un amico quello che ti è passato per la testa ultimamente.
  • Chiama il servizio clienti del tuo negozio preferito e chiedi informazioni su qualche prodotto che ti piace.
  • Dì al tuo migliore amico cosa ti piace di lui/lei.
  • Chiedere a un insegnante (o a un allenatore) di chiarire un compito che non hai capito completamente.

Discutere

Dopo aver portato a termine il compito, è importante discutere con l’adolescente di come la particolare sfida lo ha fatto sentire. L’ha trovata facile, difficile, imbarazzante o altro? Quali potrebbero essere modi alternativi di chiedere, di esprimere? Come hanno reagito gli altri?
L’ispirazione per questa attività è presa e adattata dalla Speech Bubble SLP.

Abilità emotiva – Consapevolezza emotiva di sé

Abbiamo già scritto della consapevolezza di sé come la capacità di base di comprendere i nostri processi interiori e di relazionarci adeguatamente con gli altri. La consapevolezza emotiva, in questo contesto la capacità di riconoscere i nostri sentimenti, è il fondamento dell’intelligenza emotiva.

Oltre ad aiutarci ad essere consapevoli delle nostre emozioni, queste abilità sono importanti per sviluppare l’intelligenza emotiva, secondo Daniel Goleman e il suo libro bestseller Intelligenza emotiva. Capire perché ci sentiamo in un certo modo e sapere come gestire questi sentimenti, compresa l’automotivazione; la capacità di riconoscere i sentimenti degli altri (empatia) e di motivarli – queste abilità sono cruciali per il successo e la felicità in ogni aspetto della nostra vita e nelle nostre relazioni con gli altri.

Nell’attività seguente, l’attenzione è rivolta a entrare in contatto con otto emozioni che un adolescente sceglie, aumentando la consapevolezza di come una particolare emozione si manifesta, e come influenza la vita dell’adolescente. Si basa sui principi dell’arteterapia e viene eseguita individualmente. Tuttavia, può essere praticato anche in gruppo. Avete bisogno di un foglio bianco e di pennarelli colorati.

Istruzioni

Prima di tutto, chiedete a un adolescente di disegnare un cerchio e di dividerlo in otto torte. Poi, chiedigli di dedicare ogni torta a un’emozione e di riempire ogni torta con un colore corrispondente o con immagini che corrispondono alla sua idea di ciò che l’emozione significa per lui/lei. Può darsi che un adolescente abbia problemi a trovare otto emozioni. Puoi assisterlo ma non scegliere mai al suo posto. Non insistere se non riesce a trovarne otto. Lavorate con quello che riesce a presentare.

Fate una discussione

Dopo che l’adolescente ha finito il disegno, iniziate un dialogo. Potresti trovare utili queste domande: Cosa significa per te ogni immagine? Cosa ti ha fatto scegliere quei particolari colori? Quando nella tua vita provi questa emozione? Quale emozione è dominante per te oggi? Qual è l’emozione più difficile da gestire? E così via.

Se un adolescente ha un problema nel tirar fuori le emozioni, puoi usare la ruota delle emozioni di Plutchik per aiutarlo a riconoscere le emozioni su cui vorrebbe lavorare.

Questo esercizio è preso e adattato dal BlogSpot delle direttive di Arteterapia.

Competenze sociali/emotive – Comprendere la comunicazione non verbale

Una buona comprensione della comunicazione non verbale è un segno di intelligenza sociale ed emotiva.

La capacità di osservare e comprendere i segni non verbali durante la comunicazione, o qualsiasi altra interazione tra persone, ci dà un’enorme informazione sul reale messaggio che viene comunicato. È particolarmente importante quando notiamo che il messaggio verbale e il comportamento non verbale non sono armonizzati. Ci dà anche un indizio sulle motivazioni della persona con cui stiamo comunicando o sul suo stato emotivo.

Oltre a ciò che viene detto, è sempre importante seguire COME viene detto. Gli aspetti non verbali di base del comportamento umano di cui essere consapevoli includono il contatto visivo, il tono della voce, l’espressione del viso, i gesti, la distanza personale, il linguaggio del corpo e la postura.

La seguente attività, basata sulla metodologia della recitazione e dell’improvvisazione, si concentra sul riconoscimento dello stato emotivo dei partecipanti esposti a situazioni sociali simulate, attraverso l’osservazione del loro comportamento non verbale. Per questa attività è necessario un gruppo.

Istruzioni

Chiede a un volontario del gruppo di lasciare la stanza. Si danno istruzioni separate a lui/lei e al gruppo, che rimane nella stanza per preparare la scena finale. Mentre il volontario è fuori, ogni individuo del gruppo deve scegliere un’emozione e deve esprimere questa emozione solo attraverso un comportamento non verbale (recitazione). Ricorda loro i diversi aspetti della comunicazione non verbale.

Nel frattempo, al volontario all’esterno viene dato il compito di inventare diverse situazioni sociali familiari agli adolescenti come: in classe; durante una cena di famiglia; ad un appuntamento; ad una festa di compleanno; lavorando sui compiti, ecc.

Infine, quando il volontario è tornato nella stanza, imposta la scena: Siete in classe (per esempio). Tutti i membri del gruppo si comportano come se fossero in classe, compresa l’espressione non verbale dello stato emotivo scelto. Possono usare la voce, ma solo sotto forma di suoni inarticolati. Il volontario osserva il loro comportamento e cerca di indovinare come si sentono. Se è confuso, può metterli in un’altra situazione sociale (o solo per divertimento:). Il gioco può essere ripetuto più volte con diversi volontari, emozioni da indovinare e situazioni sociali.

Fate una discussione

Dopo che è stato rivelato quale emozione è stata presentata da ogni membro del gruppo, segue una discussione. Potreste trovare utili queste domande: Quali sono i principali indicatori non verbali di questa emozione? Come vi siete sentiti mentre recitavate? Qualcuno ha avuto difficoltà a recitare nelle scene (perché)? Cosa fai di solito quando senti (questa particolare emozione)? Cosa fai di solito quando riconosci qualcuno che si comporta così? C’era qualcosa di confuso e cosa? – Una domanda al volontario.

A seconda del tempo disponibile e dell’obiettivo del tuo lavoro di gruppo puoi andare ancora più a fondo in una conversazione su particolari emozioni. Se sei interessato alle attività utili per lo sviluppo emotivo dell’adolescente, questo articolo potrebbe piacerti.

Hai bisogno di altri consigli relativi allo sviluppo sociale/emotivo del tuo adolescente? Sei venuto nel posto giusto!

Prenota la tua CONSULENZA GRATUITA con uno dei nostri Coach.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.