Inspectah Deck

Hunter ha sviluppato una personalità tranquilla e rilassata che ha portato nel suo personaggio sul palco, come un contrappeso di basso profilo alle buffonate di Method Man, Ol’ Dirty Bastard e RZA, a cui fa riferimento Method Man alla fine del brano “Can it Be All So Simple?” sull’album di debutto del Wu-Tang Enter the Wu-Tang (36 Chambers):

Inspectah Deck, è come quel tipo che si siede e ti guarda suonare te stesso e tutto il resto, giusto? E ti vede seduto lì e sa che stai mentendo; e dopo ti porterà in tribunale, perché lui è Inspectah.

Nonostante questo personaggio poco appariscente, Inspectah Deck ha mantenuto un profilo relativamente alto, essendo il secondo membro più presente sull’album, e ha fornito versi molto acclamati per i singoli “C.R.E.A.M,”Protect Ya Neck”, “Wu-Tang Clan Ain’t Nuthing ta Fuck Wit” e “Da Mystery of Chessboxin'”. Negli anni seguenti, Hunter apparirà su diversi progetti solisti dei membri del Wu, tra cui Tical di Method Man (1994), Only Built 4 Cuban Linx… di Raekwon (1995), Liquid Swords di GZA (1995), e Ironman di Ghostface Killah (1996). Nel secondo album del gruppo Wu-Tang, Wu-Tang Forever (1997), Deck produsse la traccia “Visionz” e contribuì con una traccia solista, “The City”, oltre a scrivere uno dei versi più acclamati dalla critica nell’hip-hop sul singolo di successo del gruppo “Triumph”. Fornirà anche la produzione per alcune delle sue coorti Wu, tra cui “Elements” e “Spazzola” per Tical 2000 di Method Man: Judgement Day (1998), “Kiss of a Black Widow” per RZA come Bobby Digital in Stereo (1998), e la title track per Beneath the Surface (1999) di GZA.

Carriera solistaModifica

Inspectah Deck doveva originariamente essere presente nel brano “Got My Mind Made Up” di 2Pac per il suo album All Eyez on Me insieme a Lady of Rage, tuttavia entrambi gli artisti sono stati tagliati su richiesta di Shakur. La canzone ha visto la partecipazione di Tha Dogg Pound, Redman e Method Man, membro del Wu-Tang Clan di Deck. Nonostante il suo verso sia stato tagliato, si può ancora sentire alla fine della canzone che dice “INS the rebel” prima che la canzone svanisca. Il suo album di debutto Uncontrolled Substance è stato inizialmente fissato per la fine del 1997, tuttavia, questo ha sperimentato diversi ritardi a causa di un allagamento nello studio seminterrato del produttore RZA, che ha distrutto oltre un centinaio di battiti, tra cui tutti gli strumentali realizzati per l’album. Nel settembre 1999, Uncontrolled Substance è stato rilasciato, e caratterizzato più di produzione Deck, e le apparizioni di diversi affiliati meno noti. L’album ha ricevuto recensioni generalmente favorevoli da parte della critica musicale, ma non è riuscito a raccogliere l’accoglienza raggiunta dai precedenti progetti solisti del Wu-Tang. Poco dopo questa uscita, Deck tornò all’ovile del Wu-Tang per gli album del gruppo The W (2000), e Iron Flag (2001).

Nel 2003, Inspectah Deck ha pubblicato il suo secondo album in studio, The Movement, che in seguito avrebbe dichiarato non essere all’altezza delle sue aspettative, e nel 2006, ha pubblicato The Resident Patient, inteso come un prequel di The Movement. Nel 2007, il rapper si riunì con il Wu-Tang Clan per registrare l’album di gruppo 8 Diagrams. Insieme a Raekwon, e Ghostface Killah, Inspectah Deckpartook nella polemica, innescata quando diversi membri del gruppo denigrato lo stretto controllo artistico di RZA dell’album, sostenendo l’album di Ghost The Big Doe Rehab. A proposito di questi disaccordi, Deck ha dichiarato in un’intervista:

Sento che dobbiamo dare loro un album più nuovo e migliore come il nuovo album Ghost. Non sto dicendo che questa sia la verità. Sto solo dicendo che il suo album suona come dovrebbe suonare un album dei Wu-Tang, ma è lui da solo.

In questo periodo ha annunciato due nuovi progetti: un album chiamato Czarface come nuova collaborazione con 7L & Esoteric di Boston con il leggendario DJ Premier e il suo imminente album solista The Rebellion, che conferma la produzione di RZA e dei Wu-Elements; è ora impostato per venire dopo The Resident Patient II, e si dice che sarà il suo ultimo album come solista.

Il 23 marzo 2010, Inspectah Deck ha pubblicato il suo terzo album da solista Manifesto, che prevede la partecipazione di Raekwon, Cormega, Termanology, Planet Asia, Cappadonna, Kurupt, e Billy Danze dei M.O.P. Nel 2008, un mixtape intitolato The Resident Patient II è trapelato su internet; questo presenta del materiale originale, così come dei freestyle su canzoni di altri artisti. Inspectah Deck ha dichiarato in un’intervista che The Manifesto era destinato ad essere il sequel originariamente annunciato, Resident Patient II.

Dall’inizio del 2010, Inspectah Deck ha iniziato a lavorare su Czarface e The Rebellion, e ha espresso il suo interesse a lavorare con diversi membri del Wu-Tang, così come Snoop Dogg, E-40, Nas e Jadakiss sull’album. In un’intervista con Conspiracy Radio ha detto che si ritirerà dagli album da solista solo se i fan non mostreranno supporto per The Manifesto e The Rebellion. Ha anche menzionato i suoi piani per pubblicare un album strumentale di sua produzione, intitolato The Bodyrock Volume 1, che si ispira agli album strumentali pubblicati da Alchemist, Ayatollah, e Pete Rock. L’11 febbraio 2013, in un’intervista con HipHopDX, Inspectah Deck ha dichiarato che ha anche un prossimo album con il produttore Agallah in lavorazione, e successivamente ha confermato durante quell’anno di aver rinominato il suo album “The Rebellion” in Rebellion 2013. Recentemente ha confermato via Twitter che ha nuovamente cambiato il nome del suo ultimo album in Uncontrolled Substance II, un sequel del suo album di debutto; che sarà prodotto principalmente da RZA insieme a The Wu-Elements.

Dopo aver lavorato con il Wu-Tang Clan al loro sesto album in studio A Better Tomorrow, si è riunito con 7L & Esoteric per un altro album Czarface intitolato Every Hero Needs a Villain, uscito nel giugno 2015, e di nuovo nel 2016 per il terzo album Czarface, A Fistful of Peril, dopo che la Marvel Entertainment li ha contattati per registrare una traccia per la loro web-serie Black Panther.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.