Imparare il giapponese dagli anime per bambiniDagli eroi con la testa di anpan ai konnyaku rastafari, Tofugu consiglia i migliori cartoni animati per imparare il giapponese

Quando ho iniziato a imparare il giapponese, l’incapacità di cogliere le parole negli anime, nei film e nella musica mi frustrava. A parte “Okā-san!”, “Otō-san!” e “Kusou!”, avevo difficoltà a cogliere parole e frasi e la mia capacità di ascolto si sviluppava lentamente. Mi sedevo e mi chiedevo: “Riuscirò mai a capire quello che dicono!”

Un viaggio al negozio di videonoleggio ha risposto alla mia domanda. Invece delle sezioni anime, dramma o commedia, ho dato un’occhiata ai DVD per famiglie e bambini. Tra questi ho scoperto Chibi Maruko-chan, Oden-kun, e altri programmi che servivano come materiale di apprendimento più adatto a un principiante. Sebbene non fossero facili, questi programmi presentavano un linguaggio più vicino al mio livello, in particolare se paragonato alle trame complicate degli anime e dei film che avevo guardato.

Finalmente potevo migliorare le mie capacità di ascolto mentre mi divertivo! Alcuni di questi cartoni, come Anpanman, sono fatti per i più piccoli e presentano storie semplici, un giapponese semplice e una pronuncia chiara. Altri, come Nintama Rantarou, si rivolgono a bambini più grandi e presentano un leggero miglioramento del giapponese e della trama. Ma tutti i seguenti spettacoli possono essere usati come materiale di studio. Ma non prendetemi in parola – provateli!

Strategizin’

Fonte: DGlodowska

Quando si usa l’anime come strumento di apprendimento, rilassarsi con un sacchetto di popcorn non porterà a grandi guadagni (anche se masticare una gomma potrebbe aiutare.) È meglio formulare un piano di attacco concreto. Koichi offre consigli, trucchi e strategie sull’argomento nel suo eccellente articolo How to Learn Japanese from Anime, ed ecco alcune tecniche che trovo utili.

Guarda un episodio più volte per sfidare il tuo orecchio. Durante la prima visione, spegni i sottotitoli e prova a cogliere singole parole o ad ascoltare per capire. Puoi ripetere il processo tutte le volte che vuoi e anche prendere delle note. Nell’ultima visione, accendi i sottotitoli per vedere quanto successo hai avuto.

Quando guardi cartoni animati, spettacoli o film giapponesi, decidi se ascoltare per la comprensione generale o per singole parole o frasi. Quando ho iniziato ad imparare il giapponese, mi sono concentrato sull’ascolto di parole e frasi che avevo studiato. Quando il mio giapponese è migliorato, mi sono concentrato sul cercare di capire il contenuto generale delle affermazioni e delle conversazioni e ho ignorato di concentrarmi su singole parole.

Un metodo più scrupoloso consiste nell’ascoltare il dialogo e cercare di scrivere il giapponese. Questo metodo funziona meglio quando l’anime presenta sottotitoli in giapponese con cui confrontare il tuo lavoro in seguito. Puoi anche usare questo metodo con la musica giapponese e poi controllare i testi online. Il vantaggio di questa tecnica sta nel suo concentrarsi sul giapponese grezzo. Dal momento che non hai bisogno di capire ciò che scrivi, puoi concentrarti totalmente sull’ascolto. Anche se richiede tempo, la grande resa di questo metodo di studio significa che vale la pena investirci del tempo.

Come per ogni strategia di studio, è meglio provare una varietà di approcci per trovare quello che funziona meglio per te. Ma anche quando lo fai, cambiare le cose mantiene lo studio fresco e ravviva la motivazione.

Vai già alla lista!

Fonte: Carbon Arc

Questa lista presenta cartoni animati con vari gradi di giapponese. I veri principianti (un anno di studio o meno) potrebbero non essere in grado di utilizzare i cartoni animati come strumento di studio con grandi risultati. Ma grazie alle loro trame semplici e al giapponese chiaro, le serie di questa lista offrono un ottimo punto di partenza per migliorare l’ascolto.

Anpanman (アンパンマン)

Uno dei personaggi per bambini più popolari del Giappone è basato su uno snack alimentare familiare. Benvenuti nel mondo di Anpanman, un eroe con la testa di anpan (pane ripieno di anko, o pasta dolce di fagioli rossi). Certo, la sua debolezza è l’acqua, ma quando l’umidità colpisce, il gentile vecchio fornaio zio Jam salva la situazione con una testa di pane fresco.

Quello che è iniziato come una serie di libri illustrati da Takashi Yanase nel 1973 è cresciuto in un’industria che ha generato abbigliamento, giocattoli, videogiochi, snack e un cartone animato di successo. Debuttando nel 1988, il cartone animato continua oggi con oltre mille episodi e film annuali e speciali televisivi.

Anpanman regna supremo tra i bambini da 0 a 4 anni, quindi il dialogo e le storie rimangono semplici. I principianti che cercano di bagnarsi i piedi in giapponese dovrebbero trovare Anpanman la loro migliore scommessa. E come bonus si impara la dieta giapponese: dal melonpan al currypan, il delizioso cast di personaggi presenta cibi comuni alle panetterie e ai supermercati di tutto il Giappone.

  • Pro: Rivolto ai bambini piccoli. Anpanman presenta storie semplici e dialoghi semplici perfetti per i principianti della lingua giapponese di qualsiasi età. Imparare a conoscere il pane unico del Giappone.
  • Cons: Quasi troppo carino e forse troppo infantile. Inoltre, i personaggi di Anpanman potrebbero farvi venire fame di cibi non disponibili al di fuori del Giappone.

Chirubii (チルビー)

Superate la simpatica apertura di Chirubii, un coniglio danzante, e sarete pronti per una sorpresa. La serie presenta versioni (leggermente) animate di popolari libri illustrati giapponesi con narrazione entusiasta e musica di sottofondo colorata. Chirubii mira ai bambini senza diventare troppo infantile. Presentando libri di vari autori, lo stile visivo di questo cartone varia di episodio in episodio e le storie non diventano mai stantie. Guardate Chirubii e sperimentate alcuni dei migliori libri illustrati giapponesi mentre migliorate le vostre capacità di ascolto!

  • Pro: Chirubii offre un giapponese rivolto ai più giovani studenti nativi giapponesi, quindi è un ottimo esercizio di ascolto! La varietà di storie e arte mantiene Chirubii fresco e interessante.
  • Cons: L’animazione minimalista potrebbe scoraggiare alcuni spettatori.

Nihon Mukashibanashi (Nihon Mukashibanashi 日本昔話(にほんむかしばなし))

Se i libri per bambini e il pane antropomorfo non vi interessano, potresti goderti qualche buon vecchio racconto popolare. Nihon Mukashibanashi offre storie classiche portate in vita da vari artisti in vari stili di animazione. Come le due serie menzionate sopra, il giapponese di Nihon Mukashibanashi rimane semplice, anche se alcuni dei giapponesi rurali e degli anziani potrebbero essere difficili da capire. Nel complesso Nihon Mukashibanashi offre profonde radici culturali con un’atmosfera rilassante.

  • Pro: Come Chirubii, gli stili artistici assortiti di Nihon Mukashibanashi mantengono le immagini interessanti. Il materiale tradizionale offre un distinto sapore giapponese.
  • Cons: Come molte favole e fiabe, le storie diventano ripetitive. Come è possibile che così tanti vecchi abbiano salvato la vita magica del mare?

Ganbare! Oden-kun (がんばれ!おでんくん)

Benvenuto a Coolsville. A differenza degli infantili Anpanman e Chirubii e del vecchio Nihon Mukashi-banashi, Oden-kun offre un sapore hip, groovy e occasionalmente psichedelico. Creato dall’attore (All Around Us), scrittore (Tokyo Tower: Mom and Me, and Sometimes Dad) e talento generale Lily Frank, Oden-kun riflette la personalità unica del suo autore e il suo stile artistico.

La storia vede protagonista Oden-kun, un piccolo sacchetto di tofu pieno di kinchaku o mochi che vive in una grande pentola di oden (una specie di stufato giapponese). Tra i suoi amici ci sono ragazze con la testa d’uovo, una vecchia e saggia fetta di ravanello daikon e persino un maschio alfa con la testa di salsiccia. Oden-kun usa il mochi nella sua testa per tirare fuori lui, i suoi amici e i suoi clienti da situazioni spinose. Ma non preoccupatevi, dopo essere stati tirati fuori dalla pentola e mangiati, Oden-kun e i suoi amici alla fine riappaiono per nuove avventure.

  • Pro: Con una pronuncia lenta e chiara, il giapponese di Oden-kun è facile da capire. Trame e personaggi unici rendono Oden-kun uno dei cartoni animati per bambini più divertenti da guardare.
  • Cons: Alcuni spettatori potrebbero trovare offensive le rappresentazioni di Dio (il tizio che si rilassa su una nuvola con la barba e il cappello da vescovo). Un altro che potrebbe darvi la voglia di piatti giapponesi che non potete avere a casa.

Nintama Rantarou (Nintama Rantarou 忍(にん)たま 乱太郎(らんたろう))

Se i ninja sono più nel tuo stile, prova Nintama Rantarou! La serie è incentrata sul protagonista Rantarou e i suoi amici Shinbei e Kirimaru che si allenano per diventare ninja al Ninja Gakuen. Battute infantili (alcune delle quali coinvolgono la cacca) ti danno la possibilità di imparare parole giapponesi infantili (come la cacca) e rendono questo show un divertente spettacolo.

  • Pro: Ho menzionato i ninja! E un grande senso dell’umorismo.
  • Cons: Parlare velocemente rende questa serie più difficile delle precedenti della lista.

Sazae-san (サザエさん)

Un classico di lunga durata, Sazae-san di Machiko Hasegawa raffigura le prove e le tribolazioni quotidiane affrontate da una casalinga giapponese e dalla sua famiglia. Anche se spesso paragonato al personaggio di Chic Young, Blondie, dell’omonimo fumetto, Patrick Drazen paragona Sazae-san al Charlie Brown dei Peanuts, come un personaggio “velleitario” impegnato nell’equilibrio della vita quotidiana (Anime Explosion 143). Guardate Sazae-san per mettere a punto le vostre abilità giapponesi mentre riflettete su una bassa idealizzazione della vita familiare in Giappone.

  • Pros: Il classico di lunga durata è basato sulla realtà. Adatto a tutti i tipi di pubblico.
  • Cons: Nato nel dopoguerra negli anni ’40, forse il mondo di Sazae-san è troppo romantico.

Chibi Maruko-chan (ちびまる子ちゃん)

Il mio programma per famiglie preferito, il longevo Chibi Maruko-chan ha fatto il salto da analogico ad HD. Mentre Sazae-san si concentra su una casalinga giapponese, Chibi Maruko-chan segue la studentessa di scuola elementare Sakura-chan e le sue esperienze a scuola, a casa e nel suo quartiere. Un altro show basato sulla realtà, le reazioni di Sakura e il suo processo di pensiero riflettono un’autentica innocenza che rende la serie sia toccante che umoristica. Ci sono molti sottotitoli di dubbia legalità su YouTube.

  • Pro: Un ritratto divertente e realistico del mondo di un bambino giapponese.
  • Cons: Il senso dell’umorismo del narratore, che spesso afferma l’ovvio, potrebbe perdersi nella traduzione.

Crayon Shin-chan (クレヨンしんちゃん)

Se una versione sfacciata (in più di un modo) della vita familiare giapponese è quello che stai cercando, dai un’occhiata a Crayon Shin-chan. Shin-chan e la sua eccentrica famiglia mettono in mostra i difetti imperfetti ma realistici dell’umanità. Shin-chan è meglio paragonato a Bart Simpson dei primi anni ’90, un giovane piantagrane con i suoi colloquialismi. Ma come i successivi episodi dei Simpson, l’universo di Shin-chan non è vincolato alla realtà. Crayon Shin-chan offre una rappresentazione cruda ma “reale” della vita familiare giapponese con un linguaggio all’altezza. Come tale, è una delle serie più difficili della lista.

  • Pro: Imparare il giapponese come lo parlano i bambini sfacciati.
  • Cons: Una delle più difficili da capire della lista, grazie alla voce e alla pronuncia di Shin-chan.

Dragon Ball (ドラゴンボール)

Non c’è bisogno di presentazioni, ma eccole: La serie famosa in tutto il mondo che è diventata la serie shonen action-battle definitiva è iniziata come una commedia d’azione. Prima che Dragon Ball Z rendesse popolari combattimenti di centinaia di episodi (almeno così sembrava) e lunghi riassunti di episodi, Dragon Ball manteneva le cose relativamente semplici e basate sull’umorismo. I fan della serie sanno cosa ascoltare e la pronuncia lenta e chiara di alcuni dei personaggi rende Dragon Ball uno strumento adatto all’apprendimento del giapponese. E data la sua popolarità mondiale, Dragon Ball dovrebbe essere la serie più accessibile della lista.

  • Pros: Essendo una serie popolare all’estero, è facile da ottenere. Chi l’ha già vista in inglese conosce le trame e quindi che tipo di parole ascoltare. Per esempio, nella clip qui sopra Roshi (il vecchio) sta cercando di portare Lunch (la ragazza) in bagno per spiarla. Poiché conosco il suo intento, so di ascoltare parole come bagno e vasca da bagno.
  • Consigli: Quando l’azione diventa pesante, il vocabolario utile diminuisce. La voce di Goku (il protagonista) può essere la più difficile da ascoltare.

Doraemon (ドラえもん)

Il grande gatto robot blu del futuro ha debuttato sulla pagina stampata come manga nel 1969 e in televisione nel 1973. Da allora Doraemon è un pilastro della televisione e dei cinema giapponesi. Inviato dal futuro per aiutare il bisnonno del suo inventore, Nobita, Doraemon può tirare fuori ogni sorta di invenzioni folli dalla “tasca magica” sulla sua pancia (pensate alla borsa magica di Felix il gatto).

Doraemon ruota intorno alla scuola e alla vita domestica di Nobita, anche se occasionalmente sconfina nel regno della fantasia. Grazie al suo senso dell’umorismo e al divertimento innocente, Doraemon rimane un favorito tra tutte le età e sarebbe difficile trovare un personaggio più riconosciuto e amato in Giappone.

  • Pros: Testimonianza della cosa più vicina a Topolino che il Giappone ha (a parte Kitty-chan?), in una serie di lunga durata e influente pilastro culturale. Anche dopo centinaia di episodi, le invenzioni uniche e stupide di Doraemon ti terranno in sospeso.
  • Cons: Anche se le invenzioni sono interessanti, le trame della serie diventano ripetitive. L’impotenza di Nobita diventa vecchia.

Jarinko Chie (じゃりン子チエ)

Sperimenta la vita familiare – stile Osaka. Jarinko Chie ha a che fare con le eccentricità della vita del Kansai, il lato più sordido, più in-your-face del Giappone. Sperimenta la vita dura di Chie, completa di incontri con la yakuza e gatti cattivi. Chie offre un cambiamento rinfrescante rispetto agli altri personaggi minori di questa lista, in quanto affronta le sfide di una casa distrutta a testa alta e si dimostra più responsabile di molti degli adulti che la circondano. Ma attenzione, affrontare Jarinko Chie significa affrontare il Kansai-ben (il dialetto locale di Osaka). Jarinko Chie è come un Chibi Maruko-chan grintoso e più capace.

  • Pro: Experience Kansai-ben!
  • Cons: Experience Kansai-ben…

SpongeBob Squarepants (スポンジョボブ)

La popolare serie di cartoni animati americani ha avuto successo anche in Giappone. SpongeBob e i suoi amici parlano con una pronuncia forte e chiara. Mentre le storie diventano folli, le battute semplici e le immagini rendono il dialogo facile da capire. Poiché la serie è originariamente in inglese, è facile trovare una fonte con cui confrontare il giapponese. Ma poiché la serie è originariamente in inglese, per mettere le mani sugli episodi giapponesi potrebbe essere necessario acquistare i DVD giapponesi.

  • Pros: Umorismo americano (per gli americani). I doppiatori parlano molto chiaramente.
  • Cons: Alcune battute non vengono tradotte accuratamente, quindi il dialogo giapponese può differire dall’equivalente inglese. Gli episodi giapponesi sono difficili da trovare.

Accesso

Fonte: Andy Nystrom

L’accesso a questi spettacoli sarebbe stato quasi impossibile solo un decennio fa. Ma grazie a internet, la maggior parte è facilmente accessibile. Siti di video come Youtube offrono episodi che possono essere visti gratuitamente. C’è anche un canale ufficiale di Doraemon a cui ci si può iscrivere. Non riesci a trovare la serie cercando in inglese? Prova a cercare in giapponese. Se Youtube non ti dà quello che vuoi, prova diversi siti di video hosting (come Dailymotion).

I mercati online come Amazon.jp, Rakuten, Yesasia, Play-asia, e CDJapan offrono molte di queste serie su DVD o Bluray. Entrambi i negozi hanno reso facile l’ordinazione internazionale offrendo versioni in inglese dei loro negozi e accettando carte di credito straniere. Alcune serie possono essere trovate su Amazon.com. Ho trovato Oden-kun, Chibi Maruko-chan, Anpanman, e anche Jarinko Chie lì.

Ma attenzione alle restrizioni regionali che impediscono la riproduzione dei dischi importati sui lettori DVD nazionali. Fortunatamente i lettori DVD region-free che possono riprodurre i DVD di qualsiasi paese sono poco costosi. Amazon vende unità a meno di 40 dollari.

Anche se non ho un lettore DVD region free, ho impostato l’unità DVD del mio computer sulla regione 2 così posso riprodurre i DVD giapponesi. Li riproduco anche sulla mia Playstation 3 giapponese. Anche se riprodurre i DVD d’importazione può essere problematico, ci sono molte soluzioni facili.

Se vuoi i sottotitoli in inglese, le cose diventano un po’ più complicate. La maggior parte dei DVD giapponesi non hanno sottotitoli in inglese. I DVD giapponesi di SpongeBob hanno entrambe le opzioni, giapponese e inglese. E la maggior parte dei DVD di Dragon Ball distribuiti in Occidente hanno entrambe le lingue. Quindi queste sono le tue migliori possibilità. La versione occidentale di Funimation di Crayon Shin-chan, tuttavia, non presenta opzioni in lingua giapponese. Quindi se compri i DVD di Crayon Shin-chan per motivi di studio, assicurati di ottenere la versione giapponese.

Doin’ Time

Fonte: Unsplash

Come spiega Koichi, imparare il giapponese dagli anime richiede lavoro. Guardare passivamente leggendo i sottotitoli in inglese porta a pochi guadagni, se non nessuno. Ma se ci mettiamo d’impegno e decidiamo una strategia specifica, possiamo aumentare drasticamente i nostri livelli di ascolto.

Quando si tratta di capacità di ascolto, ognuno di noi si sviluppa a velocità diverse, ma mettere il tempo e lo sforzo può aiutare a fare progressi. Ma trovare il giusto materiale di studio aiuta. E poiché molti spettacoli giapponesi per bambini presentano storie semplici e un giapponese semplice, sono un ottimo punto di partenza. La maggior parte delle serie menzionate sopra hanno cortometraggi di 15 minuti, una lunghezza perfetta per visioni ripetute e mirate.

E non dimenticare di tornare indietro più tardi per controllare i tuoi progressi. Adoro rivisitare una serie di anni fa. Niente è stato più soddisfacente che coltivare quello che sembra un sesto senso e capire il dialogo che una volta era solo un mucchio di suoni indecifrabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.