I periodi contabili nel reporting finanziarioCome i periodi contabili organizzano il reporting finanziario e la misurazione

Il seguente grafico 1 mostra le normali attività del ciclo contabile in un periodo contabile.

Il grafico 2. Il ciclo contabile. Le transazioni entrano nel giornale come primo e secondo passo del ciclo contabile. Il giornale è un registro cronologico, dove le voci si accumulano nell’ordine in cui si verificano. Le voci del giornale si trasferiscono (post) in un libro mastro, come terzo passo. I libri mastri organizzano le voci per conto.

Mostra 2. Il ciclo contabile. Le transazioni entrano nel giornale come primo e secondo passo del ciclo contabile. Il giornale è un registro cronologico, dove le voci si accumulano nell’ordine in cui si verificano. Le voci del giornale si trasferiscono (post) in un libro mastro, come terzo passo. I libri mastri organizzano le voci per conto.

Il periodo contabile è centrale per l’applicazione del concetto di corrispondenza nella contabilità per competenza.

Contabilità continua nel periodo

Storicamente, i diari erano sempre quaderni rilegati in cui i contabili scrivevano a mano le voci subito dopo la chiusura di una vendita, dopo aver sostenuto una spesa, e dopo qualsiasi altro evento che avesse un impatto sui conti dell’azienda. La registrazione del libro mastro avveniva a intervalli, mentre i contabili scrivevano a mano le stesse voci in un altro quaderno rilegato per la fase 3 del ciclo contabile. La pratica standard era di rimandare il controllo completo degli errori e la preparazione del bilancio di prova fino alle ultime settimane del periodo.

Oggi, naturalmente, i giornali e i libri mastri esistono di solito come software e dati nei sistemi di contabilità elettronica. I contabili fanno ancora le registrazioni delle transazioni, naturalmente, ma anche altri individui contribuiscono alle registrazioni. Essi generalmente fanno le registrazioni manuali attraverso moduli su schermo, ma molte registrazioni sono anche fatte automaticamente (per esempio, da un sistema di punti vendita).

I sistemi software automatizzano anche altre fasi del ciclo contabile. Fino alla metà del ventesimo secolo, quando la tenuta dei libri e la contabilità significavano note scritte a mano su carta, i contabili inserivano le voci del giornale nei conti del libro mastro poco frequentemente durante il periodo contabile. Con i sistemi automatizzati, invece, le voci del giornale possono essere inserite nel libro mastro continuamente. E i sistemi controllano gli errori continuamente. Trovare gli errori e fare le correzioni non ha bisogno di aspettare il periodo del bilancio di prova di fine ciclo.

Nota che la pratica di mantenere i sistemi contabili sempre aggiornati – pronti per la chiusura in qualsiasi momento – è conosciuta come contabilità continua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.