Gro Harlem Brundtland

Gro Harlem Brundtland, (nata il 20 aprile 1939, Oslo, Norvegia), politico norvegese che è stato il primo primo ministro donna della Norvegia, servendo per tre mandati (1981, 1986-89, e 1990-96), e successivamente è stata direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS; 1998-2003). Formatasi come medico, si è identificata con la salute pubblica e le questioni ambientali e con i diritti delle donne.

Figlia di un medico e di un politico, ha ricevuto una laurea in medicina all’Università di Oslo nel 1963 e un master in salute pubblica all’Università di Harvard nel 1965. Ha poi lavorato come funzionario della sanità pubblica per la città di Oslo e per le scuole di Oslo. Membro del partito laburista, è stata ministro dell’ambiente dal 1974 al 1979, ed è stata eletta per la prima volta allo Storting (parlamento) nel 1977. Nel 1975 fu eletta vice leader del partito e nel 1981 suo leader.

Quando il primo ministro laburista si dimise nel 1981, Brundtland fu nominata al posto, la persona più giovane e la prima donna a diventare primo ministro della Norvegia. Rimase in carica solo nove mesi, perché i laburisti persero le elezioni dello stesso anno. Tornò come primo ministro nel 1986-89 e servì di nuovo nel 1990-96 fino alle sue dimissioni. La Brundtland non ha mai avuto meno di 8 donne nel suo gabinetto di 18 membri e, nel complesso, le si attribuisce il merito di aver assicurato migliori opportunità educative ed economiche alle donne in Norvegia.

Nel 1983 la Brundtland divenne presidente della Commissione mondiale delle Nazioni Unite sull’ambiente e lo sviluppo, che nel 1987 pubblicò Our Common Future, il rapporto che introdusse l’idea di “sviluppo sostenibile” e portò al primo Summit della Terra. Nel 1998 è diventata direttore generale dell’OMS, dove ha affrontato pandemie globali come l’AIDS e la SARS; il suo mandato è terminato nel 2003. Nel 2007 è diventata membro degli Elders, un gruppo di leader mondiali che si occupa dei diritti umani. Quell’anno, insieme a Han Seung-Soo, ex ministro degli esteri della Corea del Sud, e Ricardo Lagos Escobar, ex presidente del Cile, è stata nominata inviato speciale per il cambiamento climatico di Ban Ki-Moon, il segretario generale delle Nazioni Unite. Ha ricoperto l’incarico fino al 2010.

Abbonati a Britannica Premium e accedi a contenuti esclusivi. Abbonati ora

Il 22 luglio 2011, Brundtland fu il bersaglio di un attentato. Quel giorno, sull’isola norvegese di Utøya, ha tenuto un discorso a un campo giovanile ospitato dal Partito Laburista. Diverse ore dopo la sua partenza, l’uomo armato Anders Behring Breivik ha lanciato un attacco al campo, uccidendo decine di persone. In seguito dichiarò che aveva pianificato di decapitare Brundtland.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.