Endometriosi: Più di un semplice squilibrio ormonale

L’endometriosi è stata a lungo trattata semplicemente come uno squilibrio ormonale. Ma recenti ricerche suggeriscono che la salute dell’intestino, la funzione del sistema immunitario e l’equilibrio ormonale giocano tutti un ruolo nello sviluppo e nella progressione dell’endometriosi.

Questa nuova, estesa comprensione di questa condizione ampiamente fraintesa e sotto-ricercata può aiutare i medici a fornire opzioni di trattamento alternative per innumerevoli donne.

Vedendo l’endometriosi come qualcosa di più di una semplice condizione ormonale, possiamo guardare alla salute dell’intero corpo e a come gioca un ruolo nello sviluppo e nella gestione di questa condizione.

Il mio metodo Fed and Fearless™ per aiutare le donne a guarire il loro corpo, mente e spirito riconosce che nulla nel nostro corpo accade nel vuoto.

Un fattore di stress che ci colpisce mentalmente ed emotivamente può anche avere un impatto a valle sulla nostra salute digestiva e surrenale. E uno squilibrio ormonale può effettivamente presentarsi come una condizione intestinale o come fastidiosi problemi della pelle.

Il mio approccio alla gestione di una condizione complessa come l’endometriosi non è diverso.

Il nostro corpo è più interconnesso di quanto ci rendiamo conto. Quando capiamo questo, possiamo passare dal trattare semplicemente una condizione come l’endometriosi, al trovare effettivamente sollievo dai sintomi e guarigione.

Continua a leggere per imparare come l’endometriosi sia molto più di un semplice squilibrio ormonale, e come puoi iniziare a trovare sollievo usando semplici cambiamenti nella dieta e nello stile di vita oggi stesso!

Che cos’è l’endometriosi?

L’endometriosi è una condizione che colpisce milioni di donne. Questa condizione colpisce il 20-50% delle donne infertili, e ben il 71-87% delle donne con dolore pelvico cronico.

E’ anche una condizione di cui, purtroppo, non sappiamo molto.

Questa condizione dolorosa è caratterizzata dall’impianto e dalla crescita di tessuto endometriale (il tuo rivestimento uterino) al di fuori dell’utero.

Alcune donne con endometriosi hanno sintomi minimi, forse solo periodi mestruali leggermente più dolorosi o più pesanti del normale. Ma, per molte donne, l’endometriosi è una condizione debilitante che influenza notevolmente la qualità della loro vita.

I sintomi comuni dell’endometriosi sono:

  • Dolore pelvico che di solito peggiora significativamente intorno alle mestruazioni
  • Dolore e crampi durante il sesso
  • Infertilità
  • Sanguinamento o spotting tra i periodi
  • Problemi digestivi (diarrea o stipsi, gonfiore, nausea – specialmente durante le mestruazioni)
  • Affaticamento cronico
  • Dolore lombare

Le cause dell’endometriosi variano da donna a donna. Con questo tipo di variabilità da donna a donna, combinato con una generale mancanza di studi sulle condizioni di salute delle donne (specialmente nelle donne nere), non c’è da meravigliarsi che questo disturbo non sia molto ben compreso.

È probabile, tuttavia, che l’endometriosi si verifichi come risultato di una combinazione di fattori genetici e ambientali. Questi due in combinazione con uno squilibrio nella nostra salute ormonale, immunitaria o intestinale possono portare alla tempesta perfetta per l’endometriosi.

Al momento non esiste una cura per l’endometriosi. Ma ci sono alcuni passi molto efficaci che puoi prendere per ridurre i tuoi sintomi e vivere in modo vibrante con questa condizione.

L’endometriosi come più di uno squilibrio ormonale

In precedenza, i medici credevano che l’endometriosi fosse strettamente legata a squilibri ormonali.

Questo è probabilmente il motivo per cui il “trattamento” comune (se possiamo chiamarlo così) per questa condizione è quello di andare su una qualche forma di controllo ormonale delle nascite.

Mentre prendere la pillola può certamente alleviare alcuni sintomi dell’endometriosi, e può essere estremamente utile per la gestione del dolore, non è un trattamento efficace per la causa principale.

Ecco perché.

L’endometriosi NON è semplicemente una condizione ormonale. Nuove ricerche hanno dimostrato che lo sviluppo dell’endometriosi è probabilmente legato ad una combinazione di:

  • fluttuazioni ormonali
  • disregolazione del sistema immunitario
  • e squilibri nell’intestino

E’ probabile che l’endometriosi derivi da una tempesta perfetta di disregolazione di questi sistemi corporei insieme a fattori genetici e ambientali.

L’endometriosi è certamente influenzata e dipendente dagli estrogeni. Ma, considerare semplicemente questa condizione come mediata solo dai cambiamenti ormonali ci impedisce di arrivare alla causa principale e di aiutare le donne a trovare sollievo.

È importante concentrarsi sulla guarigione di tutti e tre questi sistemi corporei. Insieme all’identificazione di tutti i fattori ambientali che possono avere un ruolo nello sviluppo di questa condizione.

Tuffiamoci nella scienza dietro a questi noti fattori che contribuiscono all’endometriosi. In questo modo possiamo capire meglio cosa causa l’endometriosi e iniziare la strada verso la guarigione.

Endometriosi e squilibrio ormonale

Ti ho appena detto che l’endometriosi è più di uno squilibrio ormonale. Ma questo non significa che gli ormoni non giochino un ruolo importante in questa condizione. Significa solo che non sono l’UNICO fattore in gioco.

L’endometriosi è una malattia estrogeno-dipendente. Questa condizione si sviluppa soprattutto nelle donne in età riproduttiva e si risolve dopo la menopausa. Questi fattori da soli rendono abbastanza chiaro che gli ormoni giocano un ruolo.

Gli estrogeni sono responsabili dell’ispessimento del rivestimento endometriale con il ciclo mestruale mensile. C’è anche la prova che le lesioni endometriosiche che si sviluppano in altre aree del corpo contengono recettori per gli estrogeni.

Questo suggerisce che gli estrogeni, in effetti, stimolano la crescita di questo tessuto.

La dominanza di estrogeni nelle donne è spesso ritenuta un precursore del potenziale sviluppo dell’endometriosi.

Come in ogni caso di dominanza di estrogeni, avere l’endometriosi non significa che gli estrogeni siano troppo alti. Lo sviluppo dell’endometriosi potrebbe anche essere il risultato di un progesterone troppo basso rispetto ai livelli di estrogeni.

Il progesterone lavora anche per inibire la crescita del tessuto endometriale. Il progesterone troppo basso e gli estrogeni in eccesso possono contribuire all’endometriosi.

Questi squilibri ormonali possono far sì che il tessuto endometriale si sviluppi più rapidamente e più abbondantemente del normale. Questo può significare più dolore e disagio nei giorni precedenti e durante il periodo mestruale.

Questa componente ormonale è il motivo per cui molti medici prescrivono contraccettivi ormonali per la gestione dell’endometriosi.

Ma solo perché hai sintomi di dominanza estrogenica, questo non significa automaticamente che avrai l’endometriosi. Ci sono fattori genetici e ambientali in gioco che influenzano la tua suscettibilità a sviluppare questa condizione.

Endometriosi e squilibrio immunitario

Nuove ricerche stanno dimostrando che la salute del nostro sistema immunitario può giocare un ruolo importante nell’endometriosi.

In effetti, alcuni ricercatori stanno suggerendo che l’endometriosi può effettivamente essere una malattia autoimmune.

Le specifiche esatte del ruolo del sistema immunitario non hanno molta importanza. Ma sappiamo che quando il sistema immunitario non è in equilibrio, le donne geneticamente predisposte sono a maggior rischio di sviluppare l’endometriosi.

I principali attori della disregolazione immunitaria dietro l’endometriosi sembrano essere le cellule immunitarie che non funzionano normalmente.

Nell’endometriosi, queste cellule immunitarie disfunzionali non riescono a rimuovere il tessuto endometriale in eccesso e contribuiscono all’infiammazione pelvica e sistemica cronica osservata con questa condizione.

Anche i nostri ormoni sessuali, estrogeni e progesterone, giocano un ruolo nell’infiammazione associata all’endometriosi.

Se questi ormoni sono squilibrati, è anche probabile che avremo una risposta infiammatoria squilibrata in relazione al nostro tessuto endometriale.

E la crescita del tessuto in eccesso, come risultato di questa risposta infiammatoria squilibrata, provoca anche più infiammazione. Questo inizia il circolo vizioso di infiammazione e lesioni endometriali che caratterizza questa condizione cronica.

Al momento non si sa se la connessione infiammatoria all’endometriosi sia una causa o un risultato della condizione. Ma è chiaro che le donne che sviluppano l’endometriosi hanno un aumento dell’infiammazione, sia a livello locale che sistemico.

Endometriosi e squilibrio intestinale

Più del 70% del nostro sistema immunitario si trova nel nostro intestino. Quindi non possiamo parlare di salute immunitaria senza approfondire anche la salute dell’apparato digerente.

Inoltre, la salute del nostro intestino, in particolare i nostri batteri intestinali, ha un forte impatto sulla salute dei nostri ormoni.

Ecco perché la salute dell’intestino gioca un ruolo importante nello sviluppo e nella progressione dell’endometriosi.

Come il tuo intestino ha un microbioma, anche il tuo canale vaginale ne ha uno. E un aumento di batteri patogeni nel canale vaginale è stato osservato nelle donne con endometriosi.

Questo squilibrio di batteri visto nella vagina e nel tessuto endometriale può giocare un ruolo nella disregolazione immunitaria e nell’infiammazione localizzata che è comune nell’endometriosi.

Ancora, è difficile sapere cosa è venuto prima – l’endometriosi o lo squilibrio di batteri. Ma la nostra flora vaginale è rilevante per lo sviluppo di questa condizione.

Questo squilibrio di batteri, insieme ad un simile squilibrio nell’intestino, può portare ad un aumento dei livelli di estrogeni circolanti. E come ora sapete, lo sviluppo e la progressione dell’endometriosi sono fortemente associati a livelli di estrogeni più alti del normale.

L’intestino debole e l’endometriosi

Un altro studio ha mostrato che il sangue mestruale delle donne con endometriosi mostrava da quattro a sei volte più batteri delle donne senza questa condizione. È probabile che questi batteri siano migrati dall’intestino.

La traslocazione dei batteri al di fuori dell’intestino è più probabile quando è presente una permeabilità intestinale.

La permeabilità intestinale, o “leaky gut”, si verifica quando le giunzioni che tengono le cellule della parete intestinale perdono la loro connettività. Il rivestimento dell’intestino non agisce più come una barriera.

Questo permette ai batteri di fuggire in altre parti del corpo. E nel caso dell’endometriosi, sembra che alcuni batteri intestinali si trasferiscano nel rivestimento endometriale.

Comprendere che i batteri probabilmente giocano un ruolo nell’endometriosi è un enorme passo avanti nello sviluppo di nuove e migliori opzioni di trattamento.

Un approccio olistico alla gestione dell’endometriosi

La ricerca mostra chiaramente che l’endometriosi è molto più complessa di un semplice squilibrio ormonale.

I nostri ormoni, il sistema immunitario e la salute dell’intestino giocano tutti un ruolo fondamentale nello sviluppo e nella continuazione di questa condizione.

Per ridurre con successo la gravità dell’endometriosi, dobbiamo migliorare la salute di questi sistemi corporei nel loro insieme.

Qui ci sono alcuni semplici interventi sulla dieta e sullo stile di vita che puoi usare per migliorare la salute dei tuoi ormoni, del sistema immunitario e dell’intestino. Trovare una migliore salute in queste aree può, a sua volta, migliorare la tua endometriosi

Queste sono solo raccomandazioni generali. L’endometriosi, come sono sicuro che stai cominciando a capire, è una condizione complessa. Lavorare con un professionista di fiducia, uno per uno, è il modo migliore per trattare con successo questo disturbo.

Sostenere la salute ormonale

L’endometriosi è una condizione mediata dagli estrogeni.

Abbassare i livelli di estrogeni e aumentare il progesterone può aiutare a ridurre i sintomi e la ricorrenza delle lesioni endometriali.

Alcuni modi naturali per aiutare il tuo corpo a bilanciare i livelli ormonali includono:

  • Migliorare le capacità di disintossicazione ed eliminazione con una varietà di cibi vegetali
  • Provare il ciclismo dei semi
  • Ridurre la tua esposizione agli xenoestrogeni
  • Smettere il controllo ormonale delle nascite (questo può essere difficile con l’endometriosi, quindi parla sempre con il tuo medico prima di smettere la pillola.)
  • ottenere un sonno più consistente

Con l’implementazione di questi semplici cambiamenti nello stile di vita, darai al tuo corpo la migliore base per produrre ormoni equilibrati.

Se vuoi aiuto per capire i migliori cambiamenti nella dieta e nello stile di vita per bilanciare i tuoi livelli di estrogeni e progesterone, mi piacerebbe lavorare con te!

Sostenere la salute del sistema immunitario

Una dieta anti-infiammatoria è la tua migliore scommessa per sostenere la tua risposta immunitaria in relazione all’endometriosi.

Eliminare i cibi potenzialmente infiammatori, come glutine, latticini, uova e soia, è un ottimo modo per iniziare a ridurre i sintomi attraverso la sola dieta.

Questi cibi possono scatenare il tuo sistema immunitario se sei sensibile. E se il tuo corpo reagisce sfavorevolmente ad essi, questa risposta immunitaria può esacerbare i sintomi dell’endometriosi.

Nota importante: non tutti reagiscono con una risposta immunitaria a questi alimenti.

Provare una dieta di eliminazione a breve termine come un reset Paleo o anche il Protocollo Autoimmune (AIP) può aiutarti a trovare gli alimenti a cui reagisci specificamente.

Gli studi hanno dimostrato che la dieta Low-FODMAP può anche essere utile nel ridurre i sintomi dell’endometriosi. Questo è probabilmente dovuto alla relazione tra i nostri batteri intestinali e questa condizione, piuttosto che una risposta infiammatoria diretta.

Supportare la salute digestiva

La salute digestiva può influenzare sia la nostra salute ormonale che immunitaria. Lavorare per sostenere questo sistema corporeo sarà estremamente prezioso quando cercheremo di ridurre i sintomi dell’endometriosi.

Prendere un integratore probiotico o aumentare l’assunzione di alimenti contenenti probiotici e prebiotici è un ottimo modo per iniziare a migliorare la salute dell’intestino con l’endometriosi.

Lo squilibrio batterico nell’intestino è fortemente legato allo squilibrio batterico nel canale vaginale. Quindi rimettere in salute il tuo microbioma intestinale è un buon punto di partenza.

Lavorare per curare le perdite intestinali può anche fare molto per migliorare la tua salute intestinale con l’endometriosi.

Integratori come la curcuma antinfiammatoria, lo zinco di supporto all’intestino e il collagene curativo sono ottimi modi per ridurre la permeabilità intestinale.

Per ottenere i migliori risultati è necessario lavorare con un professionista esperto per creare un protocollo su misura per le tue esigenze uniche. Ed è fondamentale fare dei test, non tirare a indovinare, quando si tratta di identificare disfunzioni e disbiosi intestinali.

Puoi lavorare con me se sei interessata ad esplorare come puoi supportare meglio il tuo intestino quando hai a che fare con l’endometriosi.

La linea di fondo sull’endometriosi

L’endometriosi è una condizione complessa che di solito è intrecciata con la nostra salute ormonale, la risposta immunitaria e la funzione intestinale.

Si può verificare quando uno o più di questi sistemi del corpo sono squilibrati. Specialmente se combinato con una predisposizione genetica.

Sono finiti i giorni in cui si pensava che l’endometriosi fosse semplicemente una condizione ormonale. Non è più possibile prescrivere la pillola anticoncezionale come unico modo per trovare sollievo.

Lavorando per bilanciare ognuno di questi tre sistemi corporei, si può trovare la guarigione e il recupero da questa condizione debilitante.

C’è speranza di sollievo dall’endometriosi. Assumendo un approccio olistico a questa condizione, possiamo fare molto di più che coprire i sintomi e sopprimere la naturale funzione ormonale.

E mentre i trattamenti naturali possono essere efficaci, di solito sono più efficaci in combinazione con i trattamenti convenzionali dell’endometriosi. Lavorare con un professionista medico di fiducia è il modo migliore per trovare sollievo e iniziare a lavorare verso la vera guarigione da questa condizione.

Se stai lottando con l’endometriosi, mi piacerebbe aiutarti a riportare il tuo corpo in equilibrio come punto di partenza. Quando lavorerai con me, troveremo un percorso per guarire il tuo corpo da una prospettiva olistica – corpo, mente e spirito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.