Candelora (la festa cristiana delle luci)

Il 2 febbraio è il giorno della Candelora.

Questa antica festa segna il punto medio dell’inverno, a metà strada tra il giorno più corto e l’equinozio di primavera.

La Candelora è una festa tradizionale cristiana che commemora la purificazione rituale di Maria quaranta giorni dopo la nascita di suo figlio Gesù. In questo giorno, i cristiani ricordano la presentazione di Gesù Cristo nel Tempio. Quaranta giorni dopo la nascita di un bambino ebreo, era consuetudine portarlo al tempio di Gerusalemme per essere presentato a Dio dai suoi genitori riconoscenti.

In tempi precristiani, questo giorno era conosciuto come la ‘Festa delle Luci’ e celebrava la forza crescente del sole che dona la vita mentre l’inverno lasciava il posto alla primavera.

Come mai il 2 febbraio è stato chiamato Candelora?

Era il giorno dell’anno in cui tutte le candele, che venivano usate in chiesa durante l’anno successivo, venivano portate in chiesa e si diceva una benedizione su di esse – quindi era il giorno della festa (o ‘messa’) delle candele.

Le candele erano importanti in quei giorni non solo perché non c’erano luci elettriche. Alcune persone pensavano che dessero protezione contro la peste, le malattie e le carestie. Per i cristiani, erano (e sono ancora) un ricordo di qualcosa di ancora più importante. Prima che Gesù venisse sulla terra, era come se tutti fossero “al buio”. La gente spesso si sentiva persa e sola. Impaurita. Come se fossero soli, senza nessuno che li aiutasse. Poi arrivò Gesù con il suo messaggio che lui è con i suoi seguaci sempre pronto ad aiutarli e confortarli. Come se fosse una luce che li guida nell’oscurità. I cristiani parlano spesso di Gesù come ‘la luce del mondo’ – e le candele vengono accese durante le funzioni religiose per ricordare ai cristiani questo.

La Candelora è un giorno che racchiude molte usanze diverse.

I romani avevano l’usanza di accendere candele per spaventare gli spiriti maligni in inverno.

Una delle usanze più interessanti aveva luogo in Scozia. Anticamente, la Candelora era il giorno in cui i bambini portavano le candele a scuola in modo che le aule potessero avere luce nei giorni di noia. Con il passare del tempo, l’illuminazione a gas prese il posto della luce delle candele. I bambini portavano dei soldi all’insegnante che doveva spenderli in dolci e torte da far mangiare ai bambini. Il ragazzo o la ragazza che prendevano più soldi venivano dichiarati Re e Regina della Candelora e “governavano” per sei settimane. Avevano il potere di trasformare un intero pomeriggio della settimana in un momento di gioco e potevano anche permettere a chiunque volesse di essere punito.

Altri nomi del giorno della Candelora

Il giorno della Candelora ha anche altri due nomi. Uno è la ‘Presentazione di Cristo al Tempio’. L’altro è la ‘Purificazione della Beata Vergine Maria’. Entrambi questi nomi provengono da eventi speciali nella vita del bambino Gesù.

Il giorno della Candelora, credenze e detti meteorologici

La gente crede che il giorno della Candelora predice il tempo per il resto dell’inverno. I proverbi meteorologici esprimono l’idea che un bel giorno luminoso e soleggiato della Candelora significa che c’è più inverno da venire, mentre un giorno della Candelora nuvoloso e tempestoso significa che il peggio dell’inverno è finito.

Proverbi meteorologici

Se il giorno della Candelora è bello e luminoso
L’inverno avrà un’altra battaglia.
Se il giorno della Candelora porta nuvole e pioggia,
L’inverno non verrà più.

Se il giorno della Candelora è asciutto e bello,
la metà dell’inverno verrà e ancora di più;
Se il giorno della Candelora è umido e brutto,
la metà dell’inverno è gane a Yule.

Proverbi del contadino

‘Un contadino dovrebbe, il giorno della Candelora,
avere metà del suo grano e metà del suo fieno.’

‘Il giorno della Candelora se le spine pendono a galla,
si può essere sicuri di un buon raccolto di piselli.

Proverbio tedesco.

” Il tasso fa capolino dalla sua tana il giorno della Candelora,
e, se trova la neve, cammina all’aperto; ma se vede il sole splendente si ritira nella sua tana.”

In America si racconta la stessa storia della marmotta o della marmotta.

Superstizioni della Candelora

Una candela che gocciola da un lato quando viene portata in chiesa la Candelora, denota la morte durante l’anno di una persona cara.

Le gocce di neve sono considerate sfortunate se portate in casa prima del giorno della Candelora, rappresentando una separazione o una morte.

Tutte le decorazioni natalizie non tolte entro la dodicesima notte (5 gennaio) devono essere lasciate fino al giorno della Candelora e poi tolte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.