19 modi per prevenire e curare il raffreddore e l’influenza

Togliere le mani dalla faccia. Uno studio del 2008 dell’Università della California, Berkeley, ha scoperto che la persona tipica fa la connessione mano-faccia una media di 16 volte all’ora. Se ti astieni dal toccarti gli occhi, il naso e le labbra, riduci drasticamente la probabilità che un virus entri nel tuo corpo.

Evitare di toccare le superfici che altri toccano. Incoraggia il tuo posto di lavoro a dotare le porte del bagno di dispositivi di apertura a pedale – prova StepNpull – che permettono di uscire senza mani. Blocca il contatto con rubinetti, maniglie e altre superfici molto trafficate nei bagni pubblici nascondendo la tua presa in un tovagliolo di carta.

Considera le superfici di rame. Il rame e le leghe di rame (ottone, bronzo) hanno proprietà antimicrobiche intrinseche che li rendono capaci di ridurre la diffusione delle infezioni. Uno studio del 2009 del Selly Oak Hospital in Inghilterra ha scoperto che gli oggetti toccati frequentemente in un ambiente ospedaliero che erano fatti di rame – comprese le maniglie, le piastre di spinta delle porte e i sedili dei bagni – ospitavano fino al 95% in meno di microorganismi rispetto agli stessi oggetti fatti di materiali standard, come l’acciaio inossidabile. Numerosi studi di follow-up sulle proprietà antivirali del rame indicano che le superfici di rame potrebbero essere un mezzo efficace per ridurre la diffusione di raffreddori e influenza – e anche batteri superbug come MRSA – se questa tattica di prevenzione fosse ampiamente adottata. Scopri i prodotti in rame per la tua casa o il tuo business su Antimicrobial Copper.

Fai un regolare esercizio fisico. Mentre il tempo più freddo può scatenare l’impulso a rannicchiarsi nel comfort sedentario di una coperta, muovere il corpo in realtà aumenta la sua funzione immunitaria. In uno studio del 2006, i ricercatori dell’Università di Washington hanno iscritto 115 donne a una sessione settimanale di stretching di 45 minuti o a 45 minuti di esercizio a moderata intensità per cinque giorni alla settimana. Dopo 12 mesi, le praticanti avevano sviluppato un numero significativamente inferiore di raffreddori rispetto alle praticanti di stretching. Non c’è bisogno di ritagliarsi del tempo per fare jogging o simili: I lavori quotidiani come rastrellare le foglie o spalare la neve possono contare come esercizio di moderata intensità.

Erbe per prevenire il raffreddore e l’influenza

La ricerca scientifica supporta l’uso delle seguenti erbe per aiutare a prevenire il raffreddore e l’influenza. (Continua a leggere per le risorse raccomandate per determinare il dosaggio, le istruzioni per fare tisane, infusi e tinture, e altro.)

Aglio (Allium sativum). La lunga storia di guarigione dell’aglio include l’ottenimento di alti voti come antivirale, ed è particolarmente prezioso per allontanare il raffreddore e aiutare ad aprire i seni. Schiacciare o tagliare gli spicchi d’aglio genera un composto di zolfo noto come allicina, che ha proprietà antivirali, antibatteriche e antifungine ed è spesso accreditato come il componente principale che dà all’aglio il suo repertorio curativo stellare. L’allicina è disponibile solo dall’aglio crudo, tuttavia, quindi scegliete una preparazione che lo richieda crudo, o aggiungete l’aglio alla fine della cottura per sfruttare tutto il suo potere medicinale.

Ginseng (Panax ginseng, P. quinquefolius). In uno studio del 2005, i ricercatori canadesi hanno dato a 279 adulti o un placebo quotidiano o 400 milligrammi al giorno di ginseng. Quattro mesi dopo, il gruppo del ginseng aveva contratto molto meno raffreddori. I ricercatori dell’Università del Connecticut hanno ripetuto lo studio e sono arrivati alla stessa conclusione, ritenendo il ginseng “un mezzo sicuro e naturale per prevenire le malattie respiratorie acute”. Nel suo libro The Green Pharmacy, il Dr. James A. Duke suggerisce una dose giornaliera di circa 1 cucchiaino di ginseng in infusione in una tazza di acqua bollente per fare un tè.

Eleuthero (Eleutherococcus senticosus). Conosciuto anche come “ginseng siberiano”, questa erba non è correlata al ginseng ma ha effetti simili, tra cui l’azione antivirale immunitaria. Prendere ogni giorno come un tè di circa 1 cucchiaino di radice di eleuthero in infusione in 1 tazza di acqua bollente.

-Advertisement-

Funghi. I funghi maitake (Grifola frondosa), i funghi reishi (Ganoderma lucidum) e i funghi shiitake (Lentinula edodes) stimolano il sistema immunitario per difendersi da numerosi virus. I funghi maitake non sono facili da trovare freschi, quindi provate a ordinarli essiccati (Oregon Mushrooms è una fonte di vendita per corrispondenza). I funghi Reishi hanno un sapore piuttosto sgradevole e non sono usati come cibo (prendeteli invece sotto forma di capsule), ma andate avanti e mangiate i vostri shiitake robusti e deliziosi.

Astragalo (Astragalus membranaceus). Questa erba antivirale e rafforzante del sistema immunitario è stata una delle principali protagoniste della medicina tradizionale cinese per millenni. In Herbal Antibiotics, l’autore Stephen Harrod Buhner raccomanda una tazza quotidiana di tè contenente da 2 a 3 once di radice di astragalo. Oppure, Buhner suggerisce di arruolare l’astragalo insieme all’aglio come parte di un brodo di zuppa che rafforza il sistema immunitario.

Rimedi naturali per il raffreddore e l’influenza

Se le tue misure di prevenzione non dovessero funzionare – e probabilmente lo faranno prima o poi – prova questi mezzi naturali per ridurre l’impatto e la durata del raffreddore o dell’influenza.

Zuppa di pollo. In uno studio di laboratorio pubblicato nel 2000, i ricercatori dell’Università del Nebraska hanno scoperto che questo rimedio secolare può effettivamente alleviare i sintomi di un’infezione del tratto respiratorio superiore. In particolare, la zuppa di pollo ha alleviato l’infiammazione delle cellule della gola che può causare i sintomi del raffreddore. I ricercatori non sono stati in grado di identificare un ingrediente preciso responsabile per l’alleviamento, ma hanno teorizzato una combinazione di componenti della zuppa che lavorano insieme, dando il suo beneficio. La ricetta testata prevedeva brodo di pollo, cipolle, patate dolci, pastinache, rape, carote, gambi di sedano, prezzemolo, sale e pepe. Molte verdure, in particolare le cipolle, hanno proprietà antinfiammatorie.

Ginseng. Oltre al valore del ginseng nella prevenzione del raffreddore, una ricerca dell’Università del Connecticut (menzionata in precedenza) ha anche dimostrato che il ginseng ha dimezzato la gravità dei sintomi del raffreddore.

Zenzero (Zingiber officinale). All’interno di questo rizoma nodoso e pungente risiedono quasi una dozzina di composti antivirali. In particolare, lo zenzero contiene sostanze chimiche note come sesquiterpeni che combattono specificamente i rinovirus, la causa principale del comune raffreddore. Il Dr. Duke raccomanda di preparare un tè calmante allo zenzero versando acqua bollente su 2 cucchiai di radice di zenzero fresca e sminuzzata.

L’erborista Rosemary Gladstar mescola lo zenzero con un altro antico guaritore – il miele (continua a leggere) – per la ricetta Ginger Lemon-Aide nel suo libro Medicinal Herbs: A Beginner’s Guide. Per fare, combinare da 4 a 6 cucchiai di radice di zenzero fresco grattugiato con 1 quarto di acqua fredda e portare ad ebollizione. Rimuovere il calore e lasciare in infusione per 10-15 minuti. Filtrare lo zenzero dal tè e mescolare con il succo di 1 o 2 limoni freschi e miele a piacere.

Ginepro (Juniperus spp). Le bacche di ginepro vantano un potente composto antivirale noto come deoxypodophyllotoxin. Per le infezioni del tratto respiratorio superiore, Buhner consiglia di ricorrere all’olio essenziale di ginepro dall’odore di bosco. Mettete da 10 a 15 gocce di olio essenziale di ginepro su un bastoncino vuoto per inalatore nasale, e soffiate sotto il naso per avere sollievo quando necessario.

Bevande calde e miele. Qualsiasi bevanda calda può aiutare a lenire il mal di gola, sopprimere la tosse e calmare l’agitazione generale di un raffreddore o di un’influenza. Il miele ricopre la gola e allevia l’irritazione mentre le sue proprietà antiossidanti e antimicrobiche vanno a combattere le infezioni virali. Prova il tè Buhner’s Colds and Flu Tea: 2 cucchiai di succo di zenzero, succo di 1/4 di lime, un pizzico di pepe di Cayenna, 1 cucchiaio di miele e acqua calda.

L’erbetta (Marrubium vulgare), la liquirizia (Glycyrrhiza glabra) e l’olmo scivoloso (Ulmus rubra). Ognuno di questo trio fornisce un notevole sollievo per il mal di gola. Provate un tè di radice di liquirizia e corteccia di olmo scivoloso, e mettete le foglie di marrobbio al lavoro in gocce per la tosse fatte in casa (trovate la nostra ricetta collaudata di gocce per la tosse di marrobbio nell’articolo Coltivare il marrobbio bianco nel giardino delle erbe).

Risorse

Raccomandazioni sul dosaggio

Antibiotici a base di erbe di Stephen Harrod Buhner

Le monografie complete della Commissione E tedesca dell’American Botanical Council

Altre informazioni

Erbe medicinali: A Beginner’s Guide di Rosemary Gladstar

The Green Pharmacy di James A. Duke

How to Make Herbal Teas, Infusions and Tinctures di Rosemary Gladstar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.